Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Zuppa di ranocchi

Secondi Pesce > Da M a Z
 

Zuppa di ranocchi


Le rane si mettono a bollire in acqua con poco sale e con tutti gli "odori" (erbette) che si utilizzano per fare il brodo di carne (carota, sedano, cipolla). Appena cotte si mettono a scolare. Conservare il brodo e le "erbette". Intanto si prepara il solito trito con queste erbette e con cipolla, basilico, prezzemolo (c'è chi aggiunge 2/3 foglioline di salvia) e si mette a soffriggere nel fondo della pentola (meglio, come si è detto in casi analoghi, se di coccio). Dopo qualche minuto si inseriscono due pomodori (senza buccia e senza semi) pepe, sale e le ranocchie che saranno state prima spolpate, private cioè dei loro ossicini. Far bollire 30' e versare su fette di pane abbrustolito. Occorrono almeno 10 ranocchie a testa.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu