Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Uova "finte"

Dolci > Da G a Z
 

Uova "finte"


Altro dolce questo in uso nella zona, di facile preparazione e che alcuni chiamano anche "Uova al tegamino".Si prepara cominciando a separare le uova (4 per un dolce di medie proporzioni) in chiare e tuorli; qui servono le chiare, che si sbattono insieme a 7/8 cucchiai di zucchero vanigliato fino a che non sono ben montate; si mettono poi a cuocere, a cucchiaiate, in un tegame con latte bollente; si formano così delle "meringhe" da togliere con la schiumarola appena cotte; si collocano allora in un vassoio in fondo al quale sarà stato sistemato uno strato di savoiardi inzuppati nel rhum o nell'alchermes o nel caffè con brandy. Qua e là si dispongono infine delle mezze pesche o albicocche sciroppate che sembreranno proprio delle uova al tegamino. E dei tuorli rimasti? Fatene l'uso che credete

 
Torna ai contenuti | Torna al menu