Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tortino di carciofi

Secondi Verdure
 

Tortino di carciofi




La trattoria Sostanza, via del Porcellana, aperta dal 1869, resta una delle più amate, a Firenze. Si siede tutti insieme ai tavoli comuni. C'è il banco delle mescite con le cartoline dei clienti amici, Chagalì, Annigoni, Stokowski, De Sica, Steinbeck. Alle pareti le foto dei campioni dello sport con gli autografi, da Meazza a Bartali. Ma non ci sono più i vecchi proprietari, i Campolmi, Guido detto il Troia, i figli Mario e Giorgio. La cucina èquella di sempre e Mario Pucci, che entrò qui a sedici anni, nel 1932, ha la medesima stoffa dei Campolmi. Piatti tipici la zuppa paesana e la bistecca. E la trippa. lì tortino è un capolavoro.

Ingredienti per una persona: 2 uova, 2-3 carciofi, olio, i spicchio d'aglio, prezzemolo fresco tritato, sale e pepe, qualche goccia di limone.

La teglia è di alluminio sottile. lì calore del fuoco di legna viene spinto contro la teglia da un ventilatore. Così fanno alla Sostanza. I carciofi già puliti, tagliati a fette sottili, tenuti a bagno in acqua con limone per 15 minuti, già lessati a mezza cottura, vengono infarinati e messi nella padella con olio e aglio, cotti lentamente e rivoltati. Al momento di versare le uova sbattute con sale, pepe e prezzemolo danno il via al ventilatore e girano le uova ai bordi della padella in modo one rassodandosi fascino il tortino con un abbraccio dorato, quasi una cornice rotonda, di eccezionale effetto. In precedenza vi chiedono: «L'uovo lo vuole bello bavoso o più cotto?».

Ricetta della trattoria Sostanza.

Torna ai contenuti | Torna al menu