Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Quaglie dei poeti

Secondi Carne > Da I alla Z
 

Quaglie dei poeti


Non c'è bisogno di andare a caccia per procurarsi le quaglie: si trovano nei supermercati belle e pulite, pronte per l'uso. Si comincia allora a preparare un impasto utilizzando i fegatini delle quaglie, lardo, sale, pepe e alloro, tutto tritato finemente; con questo si riempiono le quaglie che vanno poi infilate in ramoscelli di alloro sbucciati e separate l'una dall'altra con pezzetti di lardo spessi almeno due centimetri. A parte faremo ben rosolare in un tegame con olio e vino bianco, alcune fette di prosciutto con delle foglie di alloro; sopra metteremo, a questo punto, le quaglie. La cottura (20') avverrà al forno, avendo cura di bagnare con vino bianco e brodo di carne. Si tolgono allora le quaglie dal tegame e si collocano in una pirofila che avrà sul fondo fettine sottili di funghi, una noce di burro, un bicchierino di brandy; sopra si aggiunge il sugo filtrato della cottura e qualche foglia di alloro. Si rimette nel forno per altri cinque minuti. Ottimo contorno per questo piatto, che prevede due/tre quaglie a testa: cipolline dolci saltate nel burro.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu