Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pane marocco

Antipasti
 

Pane marocco

Di cosa si tratta? Di un pane che facevano a Montignoso e nella regione aspra delle Apuane quando la farina di grano scarseggiava ed era più conveniente, più economico, nutrirsi con il pane di farina di granturco. Oltretutto era più pesante: uni vantaggio e non uno svantaggio, per tenere lontana la fame. "Per insaporirlo, i nostri vecchi - ricorda Maura Del Giudice - lo impastavano con un battuto di aglio, salvia e rosmarino". In pratica il marocco serviva da pane e companatico. Rimane l'interrogativo sul nome. Perchè proprio marocco? Nessuna spiegazione mi è parsa convincente. La meno improbabile è quella che un pane cosi rozzo e cosi scuro facesse pensare a un alimento buono per i marocchini. Spero che non sarà  accusato di razzismo. Oggi Maura Del Giudice, del ristorante Pasquilio, ha ingentilito il marocco mescolando farina di grano a quella di granturco, e aggiungendo olive nere all'impasto che vi ho riferito. "Con il nocciolo o senza?" chiedo. "Con il nocciolo". Allora state attenti quando ve lo servono come specialità  rara con gli antipasti.

Ricetta del ristorante-albergo Pasquilio di Montignoso

Torna ai contenuti | Torna al menu