Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cenci

Dolci > Da B a F
 

Cenci


Cenci sono i dolci del carnevale. Soprattutto a Firenze e a Siena. A Milano si chiamano chiacchiere, a Venezia galani, a Treviso crostoli, a Roma frappe altrove stroppole, fiocchi, fiocchetti, nastrini, donzelline. Il nome cenci è più appropriato perché, come gli stracci  questi dolci possono avere  qualsiasi forma e dimensione. E i pratesi allora sostengono che essendo Prato nata con gli stracci, ovvero con i cenci,i dolci che ne portano il nome sono per forza  pratesi. Valli a convincere del contrario se ci riesci. Bene: dunque diamo i cenci ai pratesi e facciamoci dire come li  preparano.

Ingredienti per un centinaio di cenci: 300 g di farina, 2 uova 3 cucchiai di zucchero 3 cucchiai d'olio d'oliva, un bicchierino di vin santo,la buccia di un limone,olio per friggere,altro zucchero da  cospargere. un po' di lievito.

Preparazione. Farina a fontana, sulla spianatoia. Romperci le uova, aggiungere olio zucchero, vin santo e la buccia grattugiata del limone. Impastare, ma non a  lungo. Lasciare riposare la pasta per  mezzora, in un luogo fresco, stenderla in sfoglie sottili sulla spianatoia e con la rotella dentata tagliarla a strisce,a rombi o a nastri da annodare come sciarpe  Friggere in padella a olio bollente. Scolare su carta che assorba l'olio. Cospargere di zucchero.

Torna ai contenuti | Torna al menu