Antiche Ricette Toscane

Vai ai contenuti

Menu principale:

Affettati 

Antipasti
 

Affettati

Gli affettati - in Toscana si chiamano cosi perchè si servono a fette - nel Chianti sono davvero speciali. La finocchiona, per esempio, viene confezionata non con il finocchio coltivato, ma con quello piumato selvatico delle colline del luogo e il prosciutto casalingo sotto cenere è impossibile trovarlo al di fuori di qui. Anche se non è tradizione contadina servire l'affettato in apertura di pasto, garantisco che è un bel cominciare. Nelle macellerie di Greve, Panzano, Lucarelli, Radda, Castellina troverete i salumi più squisiti trattati col sistema antico. Nella capitale della Berardenga, poi, si producono filetti, salsicce, salamini di cinghiale che sono una poesia meravigliosa di sapori e profumi.
Preparazione: Servire, se proprio volete essere raffinatissimi, con burro nelle apposite ciotoline o con fette di pane scuro leggermente tostato. E non dimenticate, come sognante "puliscibocca", il pecorino della Badiaccia che altro non è che la Badia di Montemuro. E una vera delizia, un ricordo del ''cacio marzolino" d'un tempo, quel pecorino giovane che veniva fatto, in forme originali, nel mese di marzo e venduto in ottobre. Era una festa comprarlo per la Fiera dell'Impruneta e poi degustarlo. Provate anche voi.

Torna ai contenuti | Torna al menu